Ultime due esibizioni dell’anno solare 2018 per la Seleccion di Scaloni, impegnata in un doppio confronto casalingo contro il Messico. Il primo match tra le due compagini è andato in scena lo scorso Venerdì al Mario Kempes di Corboba ed ha visto i padroni di casa imporsi per 2 a 0 con le reti del sempre più positivo Ramiro Funes Mori, che sta tornando sui livelli pre infortunio e l’autorete di Brizuela. L’undici di partenza proposto da Scaloni era così composto: in porta l’ex Lanus Marchesin, in difesa Saravia, Funes Mori, Foyth al posto dell’infortunato capitano e lider maximo della Fiorentina German Alejo Pezzella e Tagliafico, a centrocampo Paredes, Gio Lo Celso e Acuna, davanti Paulo Dybala e Angelito Correa alle spalle del Toro Lautaro Martinez. Nel corso del match, hanno fatto il loro ingresso in campo, tra gli altri, Icardi, De Paul, l’ex Palermo Franco El Mudo Vasquez ed il Coco Erik Lamela, tornato dopo molto tempo in orbita Albiceleste, dopo le buone prestazioni di questo inizio di stagione col Tottenham.

Per la rivincita 4 giorni dopo, le due selezioni si spostavano all’ Estadio Malvinas Argentinas di Mendoza, con Scaloni che operava alcuni variazioni, in porta Geronimo Rulli, in difesa Mercado, Funes Mori, El Gringo Walter Kannemann e Acuna, a centrocampo El Tucumano Roberto Pereyra, El Ruso Santiago Ascacibar e Maxi Meza, in attacco tridente con Lamela, De Paul e Maurito Icardi che, dopo appena 2 minuti di gioco, trovava il suo primo gol con la camiseta della Seleccion, su assist del Coco Lamela, mentre il raddoppio lo firmava la Joya Dybala, anch’egli al primo gol con l’Albiceleste, su assist del centravanti della Fiorentina Giovanni Simeone. Da segnalare l’esordio nella ripresa, del portiere Paulo Gazzaniga, anch’egli al Tottenham.

Nel frattempo, con i pochissimi spazi a disposizione ed i diversi recuperi da effettuare, sul “fronte interno” sono andati in scena 2 match, quello valevole per la 6a giornata tra Defensa ed Estudiantes, sospeso al 26° del 1° tempo per impraticabilità di campo sul punteggio di 1 a 1, risultato che poi si è confermato come definitivo, mentre per la 7a giornata si è disputato al Nuevo Gasometro San Lorenzo – Atletico Tucuman, con il colpo esterno degli uomini del Ruso Zielinski per 2 a 0, grazie all’autorete di Nico Navarro e la segnatura di San Roman, con un Ciclon in stato di profondo malessere, per cui si prospettano tempi duri per il neo arrivato Almiron, alle prese con un gruppo da plasmare per la prossima Copa Libertadores.

Si sono anche giocati 2 anticipi valevoli per la 13a giornata, con il Boca Juniors, impegnato Sabato 24 nel ritorno della SuperFinal di Libertadores al Monumental contro il River Plate, che ha battuto alla Bombonera per 1 a 0 il Patronato, grazie alla segnatura di Espinoza e l’importantissima vittoria esterna, in chiave Descenso, del San Martin de San Juan per 2 a 0 a La Plata contro un Gimnasia in fase decisamente calante, grazie ai gol di Gelabert e Grahl. Da segnalare l’inconsueta mise con cui si è presentato in campo il tecnico del Santo sanjuanino Ruben El Chaqui Forestello,  vale a  dire una t shirt nera con la scritta in bianco “Colors don’t have genders”, lasciando stupefatti molti dei protagonisti.

Ultimo match disputatosi in questa finestra è stato la prima semifinale di Copa Argentina che, sempre al Mario Kempes di Cordoba, ha visto affrontarsi Rosario Central e Temperley, match conclusosi sull’1 a 1 al termine dei 90 minuti regolamentari, per le reti del bomber canalla Zampedri e pari al 90° di Mazur, ma ai calci di rigore sono stati decisivi i 2 errori del Temperley con un tiro in curva del portiere Castro ed il tiro debole di Costa, respinto dal portiere del Central Jeremias Ledesma, a fronte delle 4 realizzazioni della squadra del Paton Edgardo Bauza con Gil, Camacho, Marco Ruben ed El Gordo Nestor Ortigoza. Nell’altra semifinale, all’Estadio Jose Mirella di Mar del Plata, si affronteranno Mercoledì 28 River e Gimnasia.

Vi lasciamo con le immagini delle 2 amichevoli dell’Albiceleste, dei 2 recuperi e dei 2 anticipi di Superliga e della semifinale di Copa Argentina, dandoVi appuntamento a Domenica, con il reportage sulla SuperFinal del Monumental, per sapere chi avrà trionfato in Libertadores tra River e Boca, guadagnandosi una fetta di immortalità calcistica in questa sfida infinita.