Continua il cammino della Seleccion Under 23 che, in Colombia, sta affrontando il Preolimpico Sudamericano. Nel secondo match del gruppo A, gli uomini di Batista sconfiggono per 2 a 0 il Cile, con le reti di Capaldo del Boca e di Perez, di proprietà dell’Atleltico Madrid. Terzo incontro e terza vittoria, un 1 a 0 sull’Ecuador firmato da uno dei nostri pupilli, Alexis Mac Allister, risultato che regala all’ Albiceleste il pass per il secondo girone a 4, che determinerà le 2 partecipanti sudamericane ai giochi di Tokyo.

Riprendono i giochi in Superliga, con il 17° turno e subito assistiamo a grandi sorprese: sconfitta per una delle capoliste, l’Argentinos Juniors, battuto a Santa Fè dall’Union per 1 a 0 e che termina la partita in 9 uomini, cade anche il Lanus, 2 a 0 a Mar Del Plata contro l’Aldosivi, ma a fare scalpore è il clamoroso rapimento lampo del promettentissimo difensore classe 99 Lautaro Valenti, già nel mirino di importanti club europei, terminato nel giro di poche ore, con il pagamento di un riscatto da parte dello stesso calciatore, vicenda che ancora presenta troppi lati oscuri. Termina 0 a 0 lo scontro tra il rinnovato Gimnasia del Diez Diego Armando Maradona  ed il Velez del Gringo Heinze, mentre si conferma in formissima il Rosario Central di Cocca che, in rimonta, batte l’Huracan del Platinado Damonte per 2 a 1, con le reti del Canalla arrivate negli ultimi 10 minuti di partita. Pari per 1 a 1 al Gasometro tra San Lorenzo ed Estudiantes, spettacolare 3 a 3 al Florencio Sola tra Banfield  e Patronato, un altro 1 a 1 va in scena al Cilindro tra Racing e Atletico Tucuman.

Sembra proprio tutto apparecchiato affinché in classifica si vada verso il solito tandem di sempre in vetta, Millionarios e Xeneizes, River e Boca: la squadra di Napoleon Gallardo non si fa pregare ed espugna per 1 a 0 il Malvinas Argentinas, casa del Godoy Cruz, con la rete di Matias Suarez, mentre alla Bombonera, il Boca di Miguel Angel Russo viene bloccato sullo 0 a 0 dall’Independiente, in un match che ha visto i padroni di casa in 10 già al 21° per i 2 gialli comminati ad Izquierdoz, parità numerica ristabilita nella ripresa con l’espulsione dell’ex di turno Pablo Perez. In tribuna, iconica l’immagine, in uno dei palchi dell’Alberto José Armando, di 2 grandi numeri 10 di Boca ed Indepiendente uno accanto all’altro, per il Boca il nuovo Direttore Tecnico Juan Roman El Mudo Riquelme e per il Diablo Rojo Ricardo El Bocha Bochini.

Per Voi, siamo andati a Florencio Varela, Estadio Norberto Tomaghello, per il match tra il Defensa Y Justicia ed il Talleres. Per i padroni di casa, vigilia animata dalle improvvise dimissioni del tecnico Mariano Soso, probabilmente per contrasti sul mercato con la dirigenza dell’Halcon, in panchina va così l’interino De Muner, in attesa dell’insediamento ufficiale del nuovo tecnico, Hernan Valdanito Crespo, presente in tribuna. Dei 2 nuovi arrivi dal San Lorenzo, in campo troviamo solo Ruben Botta, mentre El Perrito Barrios si accomoda in panchina, insieme all’interessante classe 2000 Aliseda, per gli ospiti del Matador di Cordoba, il tecnico Medina deve fare a meno di Nahuel Bustos, impegnato nel Preolimpico in Colombia, affidandosi nel mezzo all’ex Boca e Pescara Andres Cubas e all’ex Milan José Mauri.

Agli ordini dell’arbitro Nazareno Arasa, coadiuvato tra gli altri dall’assistente Gisela Trucco, sorella dell’arbitro Silvio, comincia il match in una buona cornice di pubblico, nonostante il caldo, non proprio leggero, dell’estate argentina: viene osservato un minuto di silenzio per onorare la memoria di José Pizzuti, allenatore del Racing, campione del mondo nel 1967, recentemente scomparso. Al 4°, Lucero si invola verso la porta del Talleres, ben imbeccato da Botta, ma la difesa ospite si rifugia in corner, poi nulla di fatto. Al 6° contropiede della T, Valoyes si invola tutto solo verso la porta di Unsain che, con un’ottima uscita bassa, disinnesca il possibile vantaggio ospite. Ma al 9° il risultato si sblocca con il vantaggio del Defensa ad opera di Benitez, il quale arriva in area a rimorchio su un prezioso assist dell’ex Boca Neri Cardozo, liberato al limite dell’area di rigore da una giocata sulla destra, col sinistro a rientrare, di Ruben Botta, subito impattante e conclude alle spalle dell’incolpevole Herrera. Gli uomini di De Muner comandano le operazioni, con manovre ficcanti e sempre palla a terra, addirittura arrivano alla segnatura per altre 2 volte, giustamente poi annullate per posizioni di fuorigioco. Al 22°, errore in disimpegno della difesa di casa, prova ad approfittarne Dayro Moreno, ma il suo sinistro finisce ampiamente largo. Dopo il doveroso cooling break per il gran caldo, ci si avvia verso la fine del primo tempo, che arriva dopo 3 minuti di recupero, con il Defensa avanti per 1 a 0.

Si riprende per il 2° tempo e,dopo soli 3 minuti, arriva il raddoppio dei padroni di casa con Tripicchio: grandissima giocata sul versante destro di Mainero, che si libera col tacco del diretto marcatore e si invola verso la porta di Herrera, che blocca la conclusione dell’attaccante ma non può nulla sul tap in vincente di Tripicchio. All’11° un incontenibile Neri Cardozo prova a concludere col destro una ficcante ripartenza, ma il suo tiro viene smorzato da un difensore, permettendo ad Herrera, un’improbabile quanto provvidenziale deviazione col tacco, mentre stava per essere preso in contropiede. Al 21° gioco / partita / incontro col 3° gol del Defensa, messo a segno dall’hombre del partido Mainero, azione che parte da un lancio illuminante di Botta, sponda al volo di Cardozo per il centravanti in prestito dal Velez che gonfia la rete per il triplice vantaggio dei suoi. Al 28° arriva il gol della bandiera della T, con un colpo di testa di Godoy, su cross di Valoyes, ma al 37° vengono ristabilite le 3 reti di margine, con il gol del 4 a 1 ad opera di Lucero, risultato con cui si conclude il match, dopo 5 minuti di recupero.

Gli altri risultati: Arsenal – Newell’s 1-1; C. Cordoba – Colon 1-0

CLASSIFICA:

RIVER PLATE 33 punti; BOCA JUNIORS, ARGENTINOS JRS, 30 punti; ROSARIO CENTRAL, VELEZ SARSFIELD, LANUS 29 punti; ARSENAL 28 punti; RACING CLUB, SAN LORENZO 27 punti; NEWELL’S OLD BOYS, ATLETICO TUCUMAN 26 punti; ESTUDIANTES LP 25 punti; DEFENSA Y JUSTICIA, TALLERES C 24 punti; UNION 23 punti; INDEPENDIENTE 22 punti; BANFIELD, CENTRAL Cba (SdE) 21 punti; COLON 16 punti; GIMNASIA Y ESGRIMA LP, HURACAN, ALDOSIVI 15 punti; PATRONATO 14 punti; GODOY CRUZ 9 punti.

CLASSIFICA PROMEDIO:

24° posto: GIMNASIA Y ESGRIMA LP coefficiente 1,029

23° posto: PATRONATO coefficiente 1,058

22° posto: ALDOSIVI coefficiente 1,142

CLASSIFICA MARCATORI:

SANTOS BORRE’ (river plate), ROMERO S. (independiente) 10 reti; BUSTOS (talleres c) 8 reti

Le ultime di mercato: Paolo Goltz approda al Gimnasia, Bautista Merlini va in Brasile al Guranì, in prestito per 1 anno, con obbligo di acquisto a 600.000 dollari, Allione ex Velez va al Central Cordoba, Ricky Alvarez torna al Velez, Seba Palacios va al Newell’s, mentre salta il ritorno di Cardona al Boca, con il colombiano che in Arabia Saudita. Al Boca arriverà a breve, da svincolato, il peruviano Carlos Zambrano.Torna, dopo 3 anni, l’attaccante ecuadoriano Ayovì al Godoy Cruz.

Vi lasciamo con i gol della giornata e le marcature della Seleccion Under 23 al Preolimpico contro Cile ed Ecuador.